Cerca nel blog

sabato 13 marzo 2010

Recensione - IL PARADISO DEGLI ORCHI


IL PARADISO DEGLI ORCHI
Il paradiso degli orchi
2009
Provenienza: Brescia
Etichetta: Autoprodotto
Studio di registrazione: Noise Studio


Tracklist:
1. Intro
2. Where is the light?
3. Margherita
4. My damned Mind
5. Remember
6. Panic Station


Line Up:
Sambrici Michele - Voce, chitarra
Marco Degiacomi - Batteria, voce
Andrea Corti - Basso
Iran Fertonani - Percussioni

Il Paradiso degli Orchi è una band proveniente da Brescia e attiva dalla primavera del 2007, che ci presenta un demo autoprodotto (e rimasterizzato nell'ottobre 2009) di sei tracce.

La qualità globale del lavoro è da definirsi buona, sia per la qualità sonora che per la tecnica di esecuzione.

Le sei tracce proposte nel disco possono definirsi "pop" nella migliore accezione possibile: alle ottime melodie (un plauso particolare all'intreccio sempre ben congegnato delle due voci) si affiancano arrangiamenti sempre azzeccati.

Le note positive del disco non si esauriscono qui: il demo non solo manifesta un ottimo lato pop ma attinge anche nell'indie rock e nella concezione di alternative di matrice Radiohead, producendosi non in sterili canzonette melodiche ma in opere dalla struttura più complessa
(un esempio su tutti i cambi di tempo ossessivamente belli di Panic Station)

Da citare anche la scelta particolare dell'intro: non un intro strumentale, ma all'opposto un brano parlato in italiano (a differenza di tutti gli altri brani, cantati in inglese) che ha proprio il compito di presentare la band e trascinare l'ascoltatore nel paradiso degli orchi.

In conclusione ci troviamo di fronte ad un lavoro dalla buona fruibilità e dall'eccelsa qualità del gruppo, un progetto che comprende la sterilità musicale dei nostri tempi e cerca di portare anche sonorità pop/indie/rock ad un livello compositivo più elevato.

Esibizione live:
Il paradiso degli orchi si è esibito al Birraio di Siviglia in occasione del girone D dell'alternative rock contest di Orquestra Domenica 7 Marzo. La band si è dimostrata ottima anche in sede live portando alle orecchie del pubblico un suono molto compatto e ben studiato, risultando come la maggior parte delle band valide meglio dal vivo che su disco. Il paradiso degli orchi ha raggiunto il secondo posto della classifica globale, ma guadagnandosi un giudizio ottimo da parte della giuria tecnica.

Voto: 87/100
Voto Live: 9

Simone Giorgi

Nessun commento: