Cerca nel blog

venerdì 21 novembre 2008

Report - Giostra Rock @ SpazioMusica



GIOSTRA ROCK
Live @ SpazioMusica
- Break Point
- Tullamore Dew
- O’Rei


Dopo il successo della prima edizione estiva, la Giostra Rock, grazie all’impegno dell’Associazione Culturale Orquestra, riapre i battenti per iniziare l’autunno in chiave più che mai Rock’n’Roll, e ha scelto lo storico palco dello Spazio Musica di Pavia, già teatro di esibizioni di grande spessore, e luogo di culto per i musicisti pavesi e non.

Ad aprire questa seconda edizione di uno dei festival più proclamati e attesi dell’estate, troviamo i Break Point, band giovanissima (anagraficamente parlando) di Voghera (PV), ma con due anni di esperienza alle spalle sui piccoli palchi della provincia, che propone un rock che riprende spesso e volentieri le sonorità e le atmosfere del tipico Indie d’oltremanica. Prestazione assolutamente convincente in ottica futura, a parte qualche sbavatura iniziale dovuta a suoni un po’ confusi, aggiustati con grande abilità e tempestività nel corso dei brani, e a un po’ di timidezza iniziale, complice una cornice di pubblico veramente ampia. I Break Point hanno dimostrato comunque di avere tante potenzialità e ampi margini di miglioramento per permettergli di tentare il “salto”, anche grazie alla giovane età, che non è stata un freno nella composizione, ma anzi è stata segno di grande coscienza musicale da parte dei suoi componenti.

Seguono a ruota i Tullamore Dew, band pavese arricchita dalla collaborazione con il chitarrista dei DoppioSenso Alberto Savini. I Tullamore Dew, come suggerisce il nome, propongono un punk scatenato e senza limiti alla creatività ed all’euforia, che richiama molto alle atmosfere folkloristiche dei tipici pub irlandesi, in cui le persone si ritrovano, si divertono, cantano, si ubriacano, e si ritrovano unite in un unico abbraccio musicale che può solamente unire. La prestazione delirante ed energica dei Tullamore Dew scalda il locale, e forma il preludio verso il successo della musica indipendente pavese, che sarà rappresentata al M.E.I. 2008 (Meeting Italiano delle Etichette Indipendenti) di Faenza, dall’Associazione Culturale, nonché etichetta indipendente, Orquestra.

Grazie ad un ambiente caldo e avvolgente, creato da una presenza di pubblico veramente ampia, ed alle esibizioni coinvolgenti da parte di Break Point e Tullamore Dew, arriva il momento della grande chiusura della serata da parte degli O’Rei, duo pavese che si cimenta in un rap irriverente che non ha paura di mostrarsi nel pieno della sua forma e delle sue sfaccettature, sempre pronto ad aprire una polemica continua ma costruttiva, rappresentata dal brano di punta “Presidente”, riscuotendo un grandissimo successo in chiave indipendente, e trasformando questo duo nella band più seguita e acclamata del momento, che riempie i locali e fa segnare il sold-out in ogni sua data.

Ampio spazio quindi a tutte le band emergenti che hanno formato una delle serate più coinvolgenti ed affascinanti dell’autunno oltrepadano, in cui si ha avuto una breve esplorazione di vari generi musicali, Indie, Punk/Folk, e Rap, in tutte le loro forme, rappresentati dai migliori esponenti pavesi.


Simone “Keff” Caffi



Puoi trovare questo Report anche su:

www.myspace.com/rockpv
www.okmusik.com

Nessun commento: